Skip to main content

Violata Coincheck, furto da 430 milioni di dollari

Indagine della polizia giapponese. Piattaforma costretta a fermare le contrattazioni

È partita l’indagine che punta a individuare i responsabili della violazione della piattaforma online di criptovalute Coincheck, una delle più grandi in Asia. Un’azione che ha avuto come bottino oltre 400 milioni di dollari in valuta digitale: i NEM, criptovaluta poco pubblicizzata ma tra le dieci più capitalizzate al mondo.

I vertici della società con sede a Tokio sono stati ascoltati dagli investigatori sulle modalità della violazione di alcuni server della Coincheck. Il colpo sarebbe avvenuto prendendo di mira gli asset contenuti in uno hot-wallet.

Nell’arco di poche ore, lo scorso venerdì, dopo aver rilevato l’ingente perdita, la società attiva sul mercato delle criptovalute dal 2012 era stata costretta a interrompere le contrattazioni, facendo crollare il valore della moneta NEM fin del 20%; generando apprensione tra i circa 260mila risparmiatori.

«Sappiamo dove sono stati inviati i fondi – ha spiegato il direttore operativo di Coincheck, Yusuke Otsuka – Li stiamo rintracciando e se saremo in grado di continuare a monitorarli, potrebbe essere possibile recuperarli».

Coincheck ha fatto sapere che userà i propri capitali per rimborsare gli utenti coinvolti. «I tempi del rimborso e il processo di richiesta sono attualmente al vaglio», ha comunicato la società.

L’inchiesta della polizia metropolitana – dicono le fonti – cercherà di analizzare l’elenco cronologico delle attività sul sistema operativo per risalire agli autori dell’hackeraggio.

Riferendosi al caso, il capo di Gabinetto Yoshihide Suga aveva detto che il governo giapponese sta valutando l’imposizione di maggiori restrizioni per gli operatori online.

Critico anche il vice ministro dell’Economia Masatsugu Akasawa, sicuro che del tema della regolamentazione delle criptovalute si discuterà al prossimo incontro del G-20 di marzo in Argentina.

mm

Riccardo

Sono Riccardo e sto ancora cercando di far capire a mia nonna che significa fare il trader. Delle criptovalute mi affascina il senso di libertà che generano. E i guadagni che permettono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *