Skip to main content

La legislazione internazionale in materia di criptovalute

Da più parti mi chiedete di affrontare il tema della legislazione internazionale in tema di criptovalute. Eccovi accontentati! Prima però permettetemi un consiglio per la lettura: Le criptovalute, analisi di un sistema monetario parallelo degli avvocati Andrea Strata e Michelangelo Principe (Roma, Lex Giochi, 2016.). Sicuramente un approfondimento utile e completo a tutti gli appassionati di criptovalute.

Torniamo al tema di questo post: in che modo gli Stati esteri disciplinano la circolazione delle criptovalute? Il dato certo è che non esiste al mondo un’uniformità legislativa sul tema. Negli Usa, ad esempio, le pronunce delle varie Corti e delle autorità finanziarie non sono mai state uniformi. Molte polemiche ha suscitato, ad esempio, il virtual currencies emesso dal Dipartimento dei Servizi Finanziari dello Stato di New York il 3 giugno del 2015. Si tratta di un rigido sistema di autorizzazioni a cui deve sottoporsi chi vuole entrare nel settore delle criptovalute.

In Russia e in Cina, dopo un iniziale divieto, si sta studiando in maniera approfondita la tecnologia blockchain. Un gruppo di ricercatori cinesi lavora a un progetto governativo che punta alla creazione di una moneta virtuale di Stato.

C’è poi il caso specifico dell’isola di Man, lo staterello tra Inghilterra e Irlanda dove i bitcoin sono considerati moneta legale al pari di quella nazionale.

E in Europa? Beh, questo argomento merita un approfondimento e quindi… un altro post!

Hai altre notizie relative alla legislazione internazionale in tema di criptovalute? Perché non mi scrivi? Aspetto i tuoi commenti!

mm

Riccardo

Sono Riccardo e sto ancora cercando di far capire a mia nonna che significa fare il trader. Delle criptovalute mi affascina il senso di libertà che generano. E i guadagni che permettono!

4 thoughts to “La legislazione internazionale in materia di criptovalute”

  1. Oltre a conoscere qualcosa in più sulla legislazione europea circa le criptovalute sarebbe anche utile sapere come si comporta il Fisco italiano nei confronti di eventuali guadagni derivanti dalla vendita (ovviamente si spera con guadagno) di criptovalute? Come vengono e quanto vengono tassati ?
    Grazie. Ciao.
    Maurizio

    1. Ciao Maurizio e grazie per lo spunto. Per ora posso dirti che la sentenza della Corte Europea del 22 Ottobre del 2015 (forse è necessario un post anche per raccontare questa storia) rappresenta un precedente che il legislatore italiano non può non prendere in considerazione Continua a seguirci e vedrai che avrai le risposte al tuo quesito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *